Corso Italia, 13 - Villadossola (VB) - Italy(+39) 0324 575611

La storia

Il “nuovo ingresso” de «La Fabbrica»… più o meno

IL CENTRO CULTURALE – “La Fabbrica” forse non poteva che chiamarsi così.

Nata nel 1997 per volontà dell’Amministrazione Comunale di Villadossola su un’area industriale dismessa e con un contributo della Comunità Europea ha voluto, fin dalle sue premesse, essere il momento di rilancio di un paese verso prospettive di sviluppo economico, culturale e sociale nuove, senza dimenticare la propria storica vocazione di paese a tradizione industriale.

Le potenzialità dell’edificio sono molteplici. La scelta architettonica, prima, e la realizzazione del “logo” de “La Fabbrica”, poi, sono stati coerenti con la volontà di perseguire, pur nelle scelte di innovazione, un richiamo alle radici culturali e sociali della gente di Villadossola: quella operaia e industriale.

Nel “logo”, opera del pittore Nino di Salvatore, fondatore e Direttore della Scuola Politecnica di Design di Milano, le forme classiche della struttura industriale si semplificano fino a diventare semplici tratti ora curvi, ora lineari o linee spezzate.

È un sapiente sviluppo delle teorie di “psicologia della forma” o “gestaltpsychologie” di cui, peraltro, il Di Salvatore è internazionalmente riconosciuto come uno dei massimi studiosi.

IL CONTESTO – Villadossola è un comune di circa 7 mila abitanti della provincia del Verbano Cusio Ossola.

In passato importante centro industriale, specie nella siderurgia e nell’industria chimica, ha risentito della generale crisi industriale del territorio ossolano degli ultimi decenni del XX secolo, e molte fabbriche sono state adibite ad uso diverso. Ha costituito un prezioso aiuto il Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR). Il centro culturale “La Fabbrica”, costruito sull’ex area Ceretti, ne è un esempio.

1998 «LA FABBRICA» È APPENA ULTIMATA

un'altra Fabbrica...

I NUOVI “REPARTI”

Negli ampi spazi del centro trovano collocazione:
– una sala teatro della capienza di 650 posti con hall d’ingresso, bar e guardaroba, palco attrezzato con quinte e camerini
– un ufficio segreteria
– una biblioteca civica
– una sala espositiva-galleria
– una sala riunioni con 60 posti
– una sala mostre-conferenze con 150 posti
Per saperne di più, visita la sezione STRUTTURA del sito.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi